Con la realizzazione della prima rete commerciale 5G, Torino si aggiudica il primato di città più veloce d’Italia e può essere annoverata tra i centri di sviluppo più virtuosi del Paese.

In dicembre, all’uscita della delibera, Paola Pisano parlò di “un’importante opportunità per una città che vuole continuare ad essere un territorio aperto all’innovazione, anche e soprattutto attraverso iniziative economiche e produttive ad alto contenuto tecnologico”.

Tali concetti sono stati ribaditi nell’intervista rilasciataci dall’Assessora all’Innovazione e Smart City del Comune di Torino.

I progetti di innovazione della Città di Torino fungono da spinta propulsiva alla Crescita Digitale del Sistema Paese, grazie alla visione strategica in proposito di Open Data, digitalizzazione dei processi ed alla condivisione delle infrastrutture con tutti i soggetti attivi della città: cittadini, scuole, imprese e start up.

“La Torino Smart City, non ha un solo cuore ma ha tanti hub all’interno della città che noi abbiamo individuato nelle scuole che rappresentano il centro della nascita delle competenze di nuovi comportamenti virtuosi che vogliamo incentivare.”

Lo scorso 22 marzo abbiamo intervistato Paola Pisano, nuovo membro della Rete di Crescita Digitale, proprio su questi temi:

Come è articolato il progetto Torino 4.0?

In che modo può migliorare la vita della città? Come “racconterete” questi dati?

Qual è il cuore di Torino Smart City?

Qual è la linfa vitale del progetto Torino 4.0?

Tutte le risposte sono nel video, buona visione!