L’Intelligenza Artificiale su larga scala  è il segreto per far crescere il fatturato. Sono  le conclusioni  dell’ultimo report di Capgemini Research Institute dal titolo “The AI Powered Enterprise: Unlocking the potential of AI at scale”.

Secondo il  rapporto Capgemini,  il 79% delle aziende che ha adottato l’Intelligenza Artificiale ha registrato un aumento delle vendite di prodotti e servizi tradizionali superiore al 25%.

I motivi sono da ricercare nelle stesse caratteristiche alla base dell’Intelligenza Artificiale, in grado di cambiare radicalmente le modalità di fare business e di garantire non solo una maggiore efficienza operativa, ma anche una migliore capacità di comprendere clienti e mercati.

Il campione del rapporto è formato da  950 organizzazioni con almeno un miliardo di dollari di entrate annuali e iniziative di Intelligenza Artificiale in corso. 

La ricerca rivela che oltre il 50% delle organizzazioni è andato oltre i progetti pilota realizzati negli anni precedenti e che le aziende che hanno potuto implementare l’Intelligenza Artificiale su  larga scala – il 13% del totale del campione preso in esame – hanno registrato risultati notevoli, inclusa la crescita delle linee principali.

tassonomia-intelligenza-artificiale-capgemini

I vantaggi dell’adozione dell’IA su larga scala:

Secondo il rapporto il 62% delle aziende del campione ha registrato una diminuzione  di almeno il 25% nel numero di reclami da parte dei clienti, mentre il 71% ha visto scendere di circa il 25% la minaccia relativa alla sicurezza informatica.

Dallo studio emergono con chiarezza i vantaggi derivanti dall’adozione dell’Intelligenza Artificiale:

  • vantaggio competitivo
  • ottimizzazione dei costi
  • aumento ricavi
  • coinvolgimento e interazione con i clienti
  • riduzione dei rischi

Stando al documento, il 78% delle società leader nell’implementazione dell’Intelligenza Artificiale su scala  continua a sviluppare nuove iniziative con lo stesso ritmo rispetto alla fase pre-Covid19, mentre un altro 21% ha affermato di averne addirittura incrementato la velocità di implementazione. Il 43% afferma invece di aver ritirato i propri investimenti e un altro 16% di aver sospeso tutte le iniziative di Intelligenza Artificiale  a causa delle forti incertezze legate alla pandemia.

I settori che guidano l’adozione dell’Intelligenza Artificiale

Life Science e Retail sono i settori che marcano la differenza, rappresentando rispettivamente il 27% e il 21% del mercato dei leader nell’IA su scala, seguite da Automotive e beni di consumo, entrambe al 17%, e dalle telecomunicazioni (14%). 

settori leader intelligenza artificiale

Oltre la metà dei leader in tema di implementazione dell’IA su scala (58%) ha individuato  un responsabile dei progetti di Intelligenza Artificiale in grado di fornire ai team di sviluppo una vision e stabilire linee guida sulla priorità dei casi d’uso, dell’etica e della sicurezza, il tutto armonizzando l’uso di piattaforme e strumenti ad hoc. 

Nonostante questo, per il 70% delle organizzazioni una delle sfide più complesse è rappresentata dalla carenza di talenti di livello intermedio e/o senior in tema di IA su scala.

Resta aperta la questione etica e la necessità di dotare le organizzazioni di team competenti in grado di affrontare il tema sotto il profilo etico e giuridico.

 

Per applicare progetti di trasformazione digitale