Una innovazione partecipata e condivisa: è questo lo spirito che anima il Ministro per l’Innovazione Tecnologica e la Digitalizzazione nel definire il Piano strategico nazionale per l’innovazione “Italia 2025”, che fino al 30 aprile sarà aperto a una consultazione pubblica sulla piattaforma ParteciPa.

In una nota diffusa dal  Ministero si legge che la consultazione è aperta a tutti, amministrazioni, imprese e singoli cittadini, nella convinzione che ognuno è parte dell’ecosistema da trasformare e può dare il proprio contributo per indirizzare al meglio le azioni del futuro.

Come annunciato lo scorso dicembre a Roma il Piano “Italia 2025” raccoglie 20 azioni prioritarie per raggiungere tre grandi sfide:

  • una società digitale, dove i servizi mettono al centro i cittadini e le imprese, sono efficienti, facili da usare e da integrare. Un obiettivo per far diventare la digitalizzazione un motore di sviluppo per tutto il Paese e ripensare il rapporto tra lo Stato e le persone.

  • un obiettivo innovazione, che punta su ricerca e sviluppo applicate, favorisce il proliferare di idee, che diventano imprese hi-tech italiane e a sostegno delle filiere produttive tradizionali del nostro Paese.

  • uno sviluppo sostenibile e inclusivo, dove l’innovazione è al servizio delle persone, delle comunità e dei territori, nel rispetto della sostenibilità ambientale.

Attraverso la consultazione è possibile contribuire al piano con feedback, proposte e suggerimenti relativi a ciascuna azione per renderle più aderenti alle effettive esigenze dei cittadini e degli stakeholder pubblici e privati.

ParteciPa è una piattaforma open source realizzata dal Dipartimento della Funzione Pubblica e dal Dipartimento per le Riforme istituzionali della Presidenza del Consiglio dei ministri, per favorire la partecipazione dei cittadini al dibattito sulle decisioni e le politiche adottate dalle istituzioni.

Per leggere il parere degli esperti