100mila contatti gestiti ogni anno, 220 Paesi costantemente monitorati e 13 milioni di visualizzazioni annuali del sito: sono solo alcuni dei numeri dell’Unità di Crisi, la struttura del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, che da 34 anni assiste e tutela turisti, residenti, imprese e organizzazioni all’estero e in situazioni di emergenza.

Una struttura di eccellenza, per capacità di coordinamento e personale qualificato, che oggi ha presentato una nuova App accanto  alla rivisitazione dei suoi due portali storici – ViaggiareSicuri.it e Dovesiamonelmondo.it -.per ampliare il ventaglio dei servizi offerti ai cittadini

Unità di Crisi, questo il nome della nuova App sviluppata da Noovle, Premier Partner Google Cloud, integra tutti i servizi di ViaggiareSicuri.it e Dovesiamonelmondo.it- all’insegna dell’interattività e della dinamicità e sfrutta le funzionalità geospaziali dei dispositivi mobili per offrire agli italiani all’estero la possibilità di ricevere, in tempo reale, informazioni utili per la loro tutela e sicurezza.

A presentare i nuovi servizi, nel corso di una conferenza stampa, sono stati il Segretario Generale della Farnesina Elisabetta Belloni (a capo dell’Unità di Crisi dal 2004 al 2008) e Stefano Verrecchia, Responsabile dell’Unità di Crisi, i quali hanno entrambi e a più riprese sottolineato l’importanza della prevenzione per la sicurezza degli italiani all’estero. “La Farnesina ha una particolare sensibilità nell’assistere in ogni forma possibile gli italiani che si trovano all’estero, anche per la nostra storia di emigrazione. Alla luce dell’evolversi dei tempi è necessario porre l’attenzione non soltanto alla tutela fisica delle persone ma anche degli interessi legati all’italianità che possono essere economici o culturali”, ha affermato Belloni. “Abbiamo negli anni creato quella che è riconosciuta a livello mondiale come una struttura d’eccellenza: la nostra Unità di Crisi conta su personale qualificato e funge da coordinamento con tutte le amministrazioni statali per la gestione delle crisi, con una forte capacità analitica e gestionale. La tecnologia oggi ci consente di essere più efficaci e di raggiungere nel globo le zone più remote – ha aggiunto Belloni – e mentre alcuni strumenti sono nuovi, altri sono frutto dello sviluppo di strumenti esistenti da tempo”.

In raccordo con Ambasciate e Consolati italiani nel mondo, vengono aggiornate in tempo reale 220 schede Paese per fornire le informazioni necessarie per viaggiare in sicurezza: grazie alla navigazione interattiva su mappa è possibile consultare gli avvisi in evidenza rispetto alle cosiddette aree di particolare cautela e alle situazioni di rischio sanitario e ricevere un’ampia gamma di notifiche personalizzate all’insegna di due capisaldi: informazione e prevenzione.”Informatevi ed informateci” è da sempre il leit motiv della Farnesina che nel tempo ha sviluppato servizi specifici per singole categorie di viaggio: turismo, lavoro, operatori umanitari e di cooperazione, media, sport, scuola, università e ricerca.

La nuova app si avvale di avanzate risorse di mappatura globale e offre agli utenti in viaggio all’estero la possibilità di geolocalizzarsi per ricevere notifiche durante i transiti nelle aree più a rischio, aggiornamenti in tempo reale su situazioni di pericolo e confermare la propria incolumità a seguito di eventi critici ovunque nel mondo.

Uno strumento dinamico e interattivo” ha detto Verrecchia, che ha posto l’accento sul Sistema Safety Check, una novità di questa App che permette all’utente di confermare la propria incolumità in caso di situazioni di emergenza e di crisi.“Accanto alla sala operativa fisica ce n’è una allargata, ossia una Crisis Room virtuale – ha proseguito Verrecchia – a conferma ulteriore che la nostra APP vanta sistemi molto avanzati rispetto a quelli di altri Paesi”. Per utilizzare questa APP, all’utente è richiesta una semplice registrazione.

L’Unità di Crisi opera in costante collegamento con gli altri organi dello Stato nonché con le omologhe strutture di altri Paesi partner e agisce coordinando l’intera rete delle Ambasciate e dei Consolati italiani, sulla base di protocolli operativi e piani preventivamente definiti.

 

Servizio di Marcello Greco per il Tg3 delle 19 del 25 giugno 2019.

Per approfondire le funzionalità